Perché mi sta sul cazzo Beppe Grillo.

In queste ore di tensione e sconforto, dovute ad uno dei più vili attentati della storia
d’Italia (che pure è piena di attentati e vigliaccate), vorrei esprimere qualche opinione su
Beppe Grillo.

Grillo è ritornato prepotentemente sulla scena pubblica qualche anno fa, dopo anni di esilio dalla televisione e quindi da tutto, per molto tempo non si è visto praticamente più. Poi è successo che si è diffusa una cosa chiamata web 2.0 fatta di blog e social network, tramite i quali chiunque può scrivere quello che pensa, pubblicarlo e farlo leggere potenzialmente a tutto il mondo; Grillo ha aperto un blog e ha cominciato a parlare di cose di cui (quasi) nessuno parlava, o perlomeno non lo faceva utilizzando un mezzo così potente: le fonti rinnovabili, i privilegi della “casta”, le discariche abusive etc.

Per un po’ di tempo è stato una sorta di Robin Hood, un vendicatore che smascherava il malaffare e lo rendeva pubblico, e in questo modo ha contribuito in maniera determinante al fenomeno dell’antipolitica visto che la gente, parecchia gente, lo seguiva e partecipava alle sue battaglie. All’inizio anch’io pensavo fosse mosso soprattutto da senso civico e amore per il paese, poi ho capito la tattica del comico che in realtà è tanto semplice quanto pericolosa: Grillo non fa che sparare nel mucchio, sparare fortissimo. Lancia una serie di provocazioni di vario genere in base agli umori del popolo, e generalizza il più possibile.

Ci sono parecchi parlamentari che rubano e vanno in pensione a 35 anni? Bisogna azzerare tutta la classe politica.

Alcuni giornali usufruiscono in modo abbastanza anomalo del finanziamento pubblico? Eliminare il finanziamento pubblico per tutti i giornali.

Un rom ruba o violenta una ragazza? Far fuori tutti i rom.

E’ un ragionamento che cattura le masse (in fin dei conti, sempre animali siamo), che sfrutta gli istinti più bassi dell’uomo per scopi personali e penso che sia una cosa totalmente sbagliata.

L’ultima (anzi, a questo punto direi la penultima) sparata è stata ancora più terribile delle precedenti, per criticare il governo ed Equitalia è arrivato ad affermare a Palermo, nell’anniversario di uno dei più cruenti attentati di mafia, che “la mafia non ha mai strangolato nessuno, si limita a chiedere il pizzo” e oggi, senza nessun senso del ridicolo, invece di chiedere scusa (a proposito, ha mai chiesto scusa a qualcuno, Grillo?) alle vittime passate, presenti e future spara ancora una volta nel mucchio e pubblica un post in cui fa intendere che si tratta di un assassinio di Stato, atto a sviare l’attenzione della gente dai problemi economici e dai limiti del governo tecnico, e tutto questo alla vigilia delle prime elezioni amministrative in cui un candidato del suo partito (“suo” nel senso che lo gestisce in modo autoritario, molto autoritario) potrebbe diventare sindaco.

Secondo voi, sarebbe un bene affidare il paese ad un cialtrone simile, totalmente privo di senso democratico, che evita come la peste i confronti e si sente a suo agio solo se può pontificare da un palco al di sopra di una folla affamata, come i peggiori populisti?

Che utilizza senza vergogna il simbolo di V for Vendetta (fossi Alan Moore lo denuncerei) quando la sua idea di politica è completamente diversa dell’utopia descritta in quel capolavoro?

Che ha criticato tantissimo Berlusconi ma che alla fine dei conti utilizza le sue stesse tecniche per ottenere consenso?

A 24 anni penso di potermi vantare di pochissime cose, una di queste è non aver mai votato PD, PDL e movimento cinque stelle e penso che sarò in grado di dire la stessa cosa sul letto di morte, continuerò a dare il mio minuscolo contribuito non votando grillini e forconi vari e vorrei che lo facessero tante altre persone,  ma soprattutto vorrei che i partiti veri facciano in modo di farsi votare, recuperando credibilità e prospettive politiche  invece di consegnare l’Italia in mano a questi esaltati, sarebbe un errore imperdonabile.

Questa voce è stata pubblicata in Politica, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...